Scoprire gli inganni e tornare a vedere la Grande Bellezza del disegno divino

Pandemie – perchè non siamo disposti a credere a tutto

Ricevo dall’amica Paola e volentieri pubblico.

-oOo-

Perché non siamo disposti a credere a tutto

 

Mi scrivono alcuni amici:

“… abbiamo letto   la copia della e-mail del 17 aprile 2013 da te inviata agli autori del libro “Governo Globale” , pubblicata  nelle News del sito “Teosofia – Bernardino del  Boca”.  Nel libro medesimo gli autori riportano la seguente frase scritta, a loro dire, in un documento della Fondazione Rockfeller:

“pag. 321:  “Nel 2021 in Costa d’Avorio almeno 600 bambini moriranno a causa di un vaccino contro l’epatite B; di conseguenza un gran numero di genitori, in ogni parte del globo, preferirà non fare vaccinare i figli e questo farà salire la mortalità infantile a livelli mai visti dagli anni Settanta….”

Scrivono inoltre  gli autori: “la manipolazione della realtà, porta a fare bollare come fandonie degli eventi reali e, al contrario a scambiare per veritiere delle opere di condizionamento create ad hoc per manipolare l’opinione pubblica o creare dei “traumi…….”  

Il  sito on line del Corriere della Sera, nel  divulgare  il congresso sulla scienza del futuro, che si è tenuto a Venezia il 19-21 settembre 2013, ha ricordato l’importanza dei vaccini riferendosi anche alla catastrofica pandemia ” spagnola” annunciata a Fatima.

Domanda:  Bernardino del Boca ha espresso qualche parere in merito all’influenza prevista a Fatima? E qual è il tuo? “

Mia risposta:

Come si può rilevare dal sito “Teosofia Bernardino  del Boca – cat. Vaccinazioni”  B.  del  Boca è sempre stato contrario ai vaccini e, relativamente all’episodio di Fatima,  ha scritto:

La suora di Fatima non sa, o non può dire ciò che la Madonna le ha detto. Non ci sono ancora le parole per dire.”  (“La Casa nel tramonto” ed. 1978 pag. 240)

Per quanto riguarda la pandemia del 1918 copio un mio  commento che ho inserito in un post di cui al seguente link:  http://retedellereti.blogspot.it/2013/08/emilia-aviaria-virus-vaccinazioni-ed.html

Antoine Béchamp il medico contemporaneo del chimico Pasteur, il padre della moderna microbiologia, comprese che i microbi si trovano allorquando il terreno biologico è stato alterato (scarsa igiene, traumi psichici, veleni, farmaci, errori alimentari, elettromagnetismo, radiazioni, armi biologiche, batteriologiche ecc.) Alcuni microbi, che convivono in simbiosi con il nostro corpo fisico, si attivano per riparare una data parte del corpo. Ad esempio si afferma che  le cicatrizzazioni sono operate da virus e che  per la demolizione di cellule che sono proliferate a seguito di uno shock psichico o altro si attivano, a seconda delle parti interessate, funghi, batteri, micobatteri ecc. Se le ferite vengono contaminate da oggetti sporchi, ferri chirurgici o altro, si trovano microbi in eccesso che hanno lo scopo di debellare la contaminazione. E’ noto il caso del dr. Ignaz Semmelweiss che scopri che la febbre puerperale, che nell’ottocento mieteva molte vittime, era dovuta alla scarsa igiene delle operazioni di allora. E quando non si conosce la causa della malattia la paura aumenta e può scatenare traumi psichici che generano conseguenze irreversibili.
Nel corso del suo seminario del 2006 il dr. Hamer affermò insistentemente che, a suo avviso, la tubercolosi e il tumore polmonare sono originati dallo stesso conflitto della paura della morte. Inevitabili le domande: e il contagio? Non è forse la tubercolosi una malattia contagiosa? Quanti casi sono successi dopo la seconda guerra mondiale? Se il trauma o shock psichico della paura della morte propria o altrui –persone care- è la causa scatenante dell’alterazione polmonare è facile capire che durante il periodo bellico molte persone hanno vissuto questo trauma e la tubercolosi era la fase di soluzione del trauma subito mesi o anche un anno e più prima.
E dopo la prima guerra mondiale? La cosiddetta influenza spagnola del 1918 ha fatto molte più vittime della prima guerra mondiale. Nelle fasi finali la malattia presentava tutti i sintomi della tubercolosi perché si trattava presumibilmente dello stesso processo. Le dichiarazioni della Madonna di Fatima possono avere creato ancora più panico perché se una pandemia è preannunciata da una così elevata Entità Spirituale è evidente che si crea una gigantesca forma pensiero di paura ed anche un comune raffreddore può trasformarsi in un evento irrisolvibile.

 

L’argomento delle epidemie-pandemie è uno dei più complessi  e  ancora oggi non ci sono, da parte della scienza ufficiale, risposte  esaurienti.

Ogni influenza più o meno di stagione  –primaverile-estiva-autunnale-invernale-  viene genericamente attribuita all’invisibile  “virus”.

Ricordo che alcuni anni fa – forse era il 2005- il pronto soccorso dell’ospedale di Biella era pieno di bambini piccoli che presentavano sintomi di avvelenamento  –mal di pancia, vomito ecc.-  Anche in quella occasione la diagnosi fu di influenza intestinale causata da virus. Telefonai alla sede locale dell’Arpa per chiedere informazioni in merito all’evidente fatto che si trattava di bambini  più o meno della stessa età  e che tutto faceva presupporre che la causa di simile epidemia fosse  ascrivibile non al solito  virus ma ad una forma di avvelenamento dovuta a sostanze immesse nell’aria. L’Arpa  confermò che in quei giorni –era il mese di maggio- furono irrorati i,  tramite via aerea, dei prodotti  per debellare le larve delle zanzare . In seguito l’Arpa  invitò le farmacie e le locali radio  ad informare  la popolazione affinchè  nei giorni  dell’immissione si evitasse di portare i bambini  nei parchi e nei prati perché in quei luoghi si trovavano più   larvicidi. L’Arpa in quell’occasione precisò anche che gli agricoltori hanno il compito di  immettere i diserbanti e i pesticidi nelle giornate non ventose e precedenti a  quelle di pioggia.

In questi giorni  -16-30 settembre 2013 – c’è stata una nuova epidemia che ha causato  infiammazione  alle vie aeree  e/o   gastrointestinali.

Naturalmente si pensa al solito virus  parainfluenzale.   I microbiologi ci dicono che ne esistono numerosi ceppi  fra i quali riescono ad individuare quello che creerà la vera e propria influenza invernale contro il quale verrà poi creato il vaccino. Negli anni scorsi  la stampa internazionale comunicava già a fine estate il nome del ceppo virale isolato   in qualche volatile  trovato per caso .

Sono sempre più numerose le persone   che  pensano che queste influenze  siano a volte causate , oltre che da polveri sottili o inquinanti vari, anche da  manipolazioni climatiche di geoingegneria definite scie  chimiche.  Si sono occupati di questo argomento pure quotidiani, quali ad esempio “il sole24 ore”, in un articolo di cui al seguente link: http://www.teosofia-bernardino-del-boca.it/categorie/geoingegneria/

“La Stampa” di Torino il 16 e 21 settembre 2013 pubblica articoli di  Silvia Bencivelli, laureata in medicina,  sulle scie chimiche (Links:  http://lastampa.it/2013/09/16/scienza/ambiente/inchiesta/le-scie-chimiche-la-leggenda-di-una-bufala-gO2V1NvGC3pVLliU3b4NBM/pagina.html http://lastampa.it/2013/09/21/societa/scie-chimiche-e-nuove-bufale-il-dibattito-impossibile-g3KPD8QqlUnJ5GrhP20JBN/pagina.html)

e lo stesso giorno 21 l’articolo ”Perché siamo disposti a credere a tutto”  della prof. Eugenia Tognotti, docente di storia della medicina. Link:   http://www.lastampa.it/2013/09/21/cultura/opinioni/editoriali/perch-siamo-disposti-a-credere-a-tutto-60y149Kv3dSRCcEQFt2ggO/pagina.html

(quanto sopra scritto può dimostrare  che invece  le persone non sono sempre  disposte a credere a tutto )

La prof. Tognotti ha scritto nel 2002 un libro dal titolo “L’influenza spagnola in Italia” che non ho letto e che non è più in vendita.  Evidentemente l’argomento delle pandemie vecchie e nuove, come la suina del 2009, o come  previsto nella biblica Apocalisse è argomento più che mai attuale.

Ha creato molto interesse la testimonianza del giovane manager italiano di una fra le più grandi banche d’affari mondiali dalla quale, nel 2005,  si è licenziato perché si è rifiutato di   vendere derivati che scommettevano sulle morti di aviaria. In questo link l’intervista rilasciata alla Tv La7 – trasmissione “otto e mezzo” del  15-3-2012 :  http://www.youtube.com/watch?v=KTtdtFXh14Q  (a 14’ dall’inizio: derivati su aviaria)

Anche  numerosi ricercatori finanziari si occupano di questo argomento :

La resistenza è iniziata, a molti livelli, anche simbolici, magici; ed è andata ben oltre il movimento ribellistico del movimento No Global. Gli affioranti piani per una vaccinazione obbligatoria di massa contro la cosiddetta influenza suina danno slancio a tali iniziative, a misura che si diffondano, soprattutto via internet, rapporti sulla dubbia pericolosità della malattia (inferiore alla comune influenza), su possibili effetti nocivi programmati del vaccino e sull’enorme business delle multinazionali che lo producono, legalmente garantite da eventuali risarcimenti per danni alla gente”. Link: http://marcodellaluna.info/sito/2012/01/24/presentazione-di-oligarchia-per-popoli-superflui/

Alcuni  evidenziano  la correlazione tra  scienze finanziarie – geoingegneria – pandemie  ecc.

In merito alla previsione di  Fatima: oltre a quanto sopra esposto è evidente che sorgono molte altre domande: perché la Madonna non ha aiutato i due pastorelli a cui è apparsa? Perché Giacinta Marto  è deceduta dopo atroci sofferenze?  Dovevano espiare i peccati  le decine di milioni di  persone decedute ivi compresi i due pastorelli? E’ stato frutto di  un karma personale e/o collettivo?

O è  ragionevole pensare che, come sopra scritto, molti si  siano  ammalati  per la paura della morte propria o altrui, ovvero per trauma psichico?

Ed infine: contrariamente a quanto asserisce la prof. Tognotti, sono sempre più numerose le persone che non sono disposte a credere a tutto perché le contraddizioni che emergono dal mondo scientifico, che solitamente si percepisce come fonte di dati esatti, sono sovente  così palesi  da lasciare stupefatti anche i  meno preparati  su simili argomenti.  Per questa ragione seguire il motto “conosci te stesso” è ancora più difficile  ora che ai tempi di Socrate.

Basti pensare che è stato conferito il Nobel in medicina 2005 agli scopritori dell’helicobacter pilory perché si ritiene che sia questo microbo la causa dell’ulcera gastroduodenale.    Il  10 marzo 2013 la Stampa pubblica   le  dichiarazioni del prof. Villari, primario di  psichiatria dell’Ospedale Molinette di Torino che afferma che la causa dell’ulcera gastroduodenale è ascrivibile allo stress lavorativo perché è risaputo che l’ulcera  è una  malattia professionale, link: http://www.stampalibera.com/?p=60924

E si pensi anche alle dichiarazioni del noto prof. Veronesi , sul suo forum sportello cancro  del Corriere, circa la necessità di diminuire le cure chemioterapiche –  link:  http://saluteolistica.blogspot.it/2013/06/riflessioni-e-stranezze-del-prof.html

Sono  esempi,  fra i tanti,  utili a  dimostrare   quanto sia ingiusto definire complottiste  le persone  che  non sono disposte a credere a tutto, persone quindi che non possono  ricercare queste risposte dagli psicologi, come suggerisce la prof. Tognotti, i quali peraltro non sono preparati ad affrontare questi argomenti di ordine sociale e scientifico. Alcuni di loro  mi hanno riferito che non sanno che dire alle persone che cercano il loro aiuto perché disperate per la perdita del lavoro, per lo sfratto ovvero per le attuali condizioni di vita di milioni di persone in tutto il mondo  e che creano dibattiti sulle cosiddette “scienze finanziarie”.  Sono moltissime le persone in cura psichiatrica per questi motivi.

“…Poichè la salute psicofisica è di fatto correlata positivamente al grado di benessere e di sviluppo economico, ogni tentativo di ridurre le malattie alle loro componenti molecolari/genetiche  è destinato a fallire, dato che ci fa dimenticare l’importanza di fattori ambientali, le abitudini e gli stili di vita…Ogni malattia è un unicum, ovvero qualche cosa di irripetibile e variabile da individuo a individuo….La filosofia raggiungerà i suoi migliori risultati quando si confronterà  con le singole scienze.     (Mauro Dorato – Filosofia della medicina:  “Pensare la salute e la malattia” – “Il sole24ore” – 14-11-2010)

Grazie per la condivisione.      Paola Botta Beltramo

25 commenti

  1. Eliseo Eliseo
    6 ottobre 2013    

    In relazione alla famosa febbre spagnola, citata nel testo di questo brillante articolo, e che causò, proprio alla fine della prima guerra mondiale, (1918 e anni immediatamente successivi), la morte di milioni di persone (alcuni dicono quaranta milioni, ed altri ottanta milioni di persone, riporto qui la testimonianza di un sopravvissuto che abitava (con la sua famiglia) in un villaggio austriaco:
    “Le persone morivano come mosche. I reduci dai campi di combattimento, ed i reduci dalla prigionia di guerra, uomini forti e nel fiore dell’età morivano allo stesso modo. Nel piccolo ospedale del villaggi austriaco, ove languivano i moribondi, non c’erano più medici, nè infermieri: tutti morti di febbre spagnola. Si parlava di contagio, ma erano stati tutti vaccinati, i soldati, i prigionieri di guerra, e la popolazione civile. In quel villaggio, riporta il narratore, autore di un libro, si salvarono pochissime persone. (tra i morti di spagnola vi fu il famoso pittore austriaco Egon Schiele). Tra i sopravvissuti vi fu la mia famiglia al completo: mia madre, che era vegetariana convinta e che non accettò mai che noi fossimo vaccinati, nè lei nè noi figli. Eppure, continua il testimone, mia madre visitava tutti i giorni i vicini, tentando di portare soccorso ai parenti e conoscenti. Se la febbre fosse stata contagiosa, essa pure avrebbe dovuto essere contagiata.
    Io mi domando: come è possibile, ieri come oggi, che una mente malvagia possa indurre intere popolazioni ignare, nell’errore?

  2. VVV VVV
    6 ottobre 2013    

    “Spagnola”…

    +++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
    ne sappiamo qualcosa,pure Noi,in Famiglia,
    dato che una Nostra…”Grosse+Tante”…
    ci morì,appena diciottenne…+++RIP+++…
    +++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
    ed è certo che la Grande+Guerra del 1914/1918,
    “Guerrone” preconizzato da Papa+Sarto,San Pio X,
    “inutile+Strage”,a detta di Benedetto XV…

    ++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
    è stata l’Evento degli eventi…il più Fatale,fra tutti…
    ++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

    senza lo Quale mai sarebbe esistita l’odierna società,
    nata solo a seguito della Fatale+Dissoluzione,
    voluta dalla diabolica Satanerìa di quei tempi,
    degli Storici+Quattro+Imperi+Tradizionali…!!!

    ***********************************************************
    Il “Presente” 2013 ha le sue “Radici” proprio nel…1914…
    ***********************************************************

  3. 6 ottobre 2013    

    Non vi dice niente ciò che accadde in America quando distribuirono coperte infettate di vaiolo per decimare interi villaggi di indiani? E sulla peste nera nell’Europa medioevale, con cui infettarono borghi in maniera mirata, possibilmente a forte vocazione cristiana?

  4. VVV VVV
    6 ottobre 2013    

    Certo,però…

    ++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
    che ci dobbiamo pur chiedere…perché…CVR…???
    ++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

    Iddio abbia permesso che certe malvagie cose accadessero…

    ma poi,trovandone la occulta Spiegazione,
    certo s’andrebbe contro la corrente opinione dei più,
    quella costruita,ad hoc,dai moderni “teologastri” modernisti,

    ************************************************************
    quei superbi,stolti parolai generati dal Nefasto “cv2″…!!!
    ************************************************************

  5. Paola Botta Beltramo Paola Botta Beltramo
    7 ottobre 2013    

    Commento/precisazione ricevuta dalla prof. Tognotti – dal sito http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/10/06/paola-botta-beltramo-previsioni-di-fatima-pandemie-bibliche-attuali-e-future

    Gentile redazione
    Mi è stato segnalato un intervento pubblicato su questo sito che commenta criticamente una mia opinione pubblicata dalla Stampa il 21 settembre . Ciascuno naturalmente ha la più ampia libertà di pensarla come crede e quindi non entrerò nel merito delle affermazioni dell’autrice, Botta Beltramo, (la quale mi attribuisce, peraltro, cose che non ho scritto: io non ho affatto parlato di una crescita esponenziale del numero delle persone che credono a tutto, ho detto che sono tante…). Vorrei solo precisare che la mia monografia sulla Spagnola , che la signora dice di non aver letto, è il primo studio accurato sulla pandemia di Spagnola in Italia: tutti quelli che ne hanno scritto dopo hanno attinto a piene mani a quel libro, copiandone intere pagine, talora senza neppure citarmi. Non è che il libro ‘non è più in vendita’, come dice la signora Botta, affermazione che sembrerebbe configurare una destinazione al macero. Ristampato più volte dall’editore Franco Angeli è esaurito da tempo, come capita ai libri di successo….. Saluti Eugenia Tognotti

    ………………………

    Mia risposta: “… Si è tenuto a Bard, il 5 ottobre scorso, il congresso sulle proprietà dell’acqua, al quale ha partecipato, tra gl altri,
    Masaru Emoto. Anche Luc Montagnier si è dichiarato favorevole ai principi divulgati da Emoto e ciò ha scatenato forti reazioni da parte di coloro che considerano scientifici solo gli aspetti derivanti dalle scoperte del biellese Avogadro.

    • 7 ottobre 2013    

      Paolina Paolina…. sono TANTE, non in crescita esponenziale….. 😉 sono errori che si pagano, questi!
      E poi, scusa, è esaurito, non è che “non è più in vendita” (e la differenza???? Boh!)

      Come sempre, chi non ha nulla da dire consuma parole a vanvera perchè non si veda (spera) che non ha nulla da dire.

  6. boris boris
    7 ottobre 2013    

    per la spagnola in Grecia non e morto nessuno(nessuno e stato vaccinato)invece essistono i dati che confermano che gli soldati americani morivano piu della spagnola che di proietilli(tutti vaccinati,14 vaccinazioni di vario tipo).
    Questo dato dovrebbe farci pensare, e parecchio!

  7. Paola Botta Beltramo Paola Botta Beltramo
    15 ottobre 2013    

    Sono anche altri gli strumenti finanziari, simili ai derivati sull’aviaria di cui sopra, che investono sul fine vita. Copio dal sito “Report” Rai tre:
    “L’argomento di oggi (14-10-2013) riguarda il desiderio che abbiamo tutti noi di campare il più a lungo possibile. Oltre a noi e ai nostri cari però ce l’ha anche questo desiderio la compagnia d’assicurazione con cui abbiamo stipulato la polizza vita. E non c’è dubbio che per la compagnia di assicurazione, più tardi trapassi e meglio è, perché se no deve pagare un premio molto alto. Bene, in questo giro virtuoso, il mercato ha visto una sua utilità nel commercializzare le polizze vita dei malati terminali. Detta così fa orrore, ma ha un suo senso. Mettiamo che ad una persona sia stata diagnosticata una malattia grave e che deve interrompere il lavoro, non ha più i soldi per continuare a pagare le rate e ne avrebbe bisogno invece per curarsi meglio. Che fa? Ci sono dei promotori che fanno questo di mestiere: ti dicono vendimela, ti dò io quello che in questo momento ti serve, vado io avanti a pagare le rate e a tempo debito incasserò, ma per incassare a tempo debito il malato però deve morire in fretta. Ora queste polizze, la commercializzazione delle polizze vita in Italia è vietata, ma gli investimenti girano sul mercato internazionale”

  8. Paola Botta Beltramo Paola Botta Beltramo
    2 novembre 2013    

    Nel corso dell’intervista riportata nel video di cui sopra il giornalista Severgnini afferma che gli scienziati si sono comportati con più coscienza. Significa che gli scienziati non hanno accettato la richiesta di produrre quel prodotto che doveva essere usato per creare una nuova pandemia e soddisfare la massa di investitori che avevano sperato in un facile guadagno scommettendo su un numero elevato di persone morte ?
    “Aviaria, Nature pubblica la ricetta del supervirus letale
    Così, dopo 5 mesi di consultazioni tra la comunità scientifica, organismi governativi e, perché no, anche servizi segreti, l’identikit del supervirus dell’influenza, la variante dell’H5N1 è accessibile a tutti.
    La rivista Nature ha svelato infatti i sistemi utilizzati da un laboratorio ad altissima sicurezza dell’università del Wisconsin per ottenere un mix fatale che mette insieme la capacità letale dell’aviaria con la rapidità di contagio della suina.
    A dicembre dello scorso anno il National Science Advisory Board for Biosecurity (Nsabb) aveva chiesto il blocco della pubblicazione, circostanza che aveva suscitato un vespaio di polemiche alimentate da una parte della comunità scientifica che considerava l’intervento come una vera censura.
    Il supervirus, secondo i ricercatori che lo avevano prodotto, aveva lo scopo di consentire lo studio dei punti deboli per poter successivamente individuare un vaccino. Yoshihiro Kawaoka dell’università del Wisconsin e Ron Fouchier di Rotterdam, convocati proprio dal Nsabb assicurarono che microrganismo era protetto in un laboratorio fornito di una sicurezza straordinaria.
    Quello che maggiormente preoccupava i “censori” era la facilità con cui il virus killer era stato prodotto. Negli esperimenti condotti nel Wisconsin furono sufficienti solo quattro mutazioni del genoma, cinque in quelli di Rotterdam.
    Già nel governo statunitense e nei servizi segreti si paventava la possibilità che bioterroristi potessero venire a conoscenza del procedimento, ma qualche mese dopo, ad Aprile, gli 007 americani hanno rassicurato le autorità statunitensi riferendo sulla scarsa competenza scientifica dei terroristi, almeno per il momento.
    Così, sulla base di queste informazioni, e spinti dall’esigenza di arrivare alla realizzazione di un vaccino, sia il governo americano che il Nsabb sono tornati sulle loro posizioni. Circostanza che deve evidentemente persuaso anche le autorità olandesi.
    Così, sia il lavoro dell’università del Wisconsin che quello di Rotterdam hanno ricevuto il benestare per la pubblicazione. Nature lo ha già fatto, ma anche l’altra autorevole rivista, Science, pubblicherà lo studio di Rotterdam.”
    (Fonte secondaria: vitadidonna.it/news-salute)
    La notizia suindicata è stata divulgata anche dalla trasmissione televisiva “Leonardo”, in onda su Rai3 il 7 maggio 2012, che ha confermato che il virus è stato reso trasmissibile per via aerea tra gli umani al fine di produrre un adeguato preventivo vaccino. (Teosofia – Bernardino del Boca – Cat. Vaccinazioni)

    • 2 novembre 2013    

      Ormai sono talmente spavaldi che non si preoccupano neanche più di nascondersi….

  9. VVV VVV
    2 novembre 2013    

    “Teo+Sofìa”…

    mah…mi rammenta la mitica…”HPB”….nata Hahn…
    e pure l’albionica…”Golden*Dawn”…che,stranamente,
    collima colla presente,ellenica…”Alba+Dorata”…boh…

  10. Paola Botta Beltramo Paola Botta Beltramo
    2 novembre 2013    

    Ho letto tutte le opere di HPB-Hahn ma non conosco Golden Dawn né Alba-Dorata

  11. VVV VVV
    2 novembre 2013    

    Dài,suvvìa…

    non offenderti,se ti dico che non ti credo…affatto affatto!

    La britannika…”G*D”…non ti puote esser ignota…
    visto che,come dici,hai coltivato letture…”eso*teriche”..
    e,poi,la greca…”X+A”…sta,oggi,sui Tiggì di tote le Tivvù!

    • giancarlo celeste giancarlo celeste
      5 novembre 2013    

      la Golden dawn è un ordine esoterico,totalmente diverso dalla società teosofica fondata da HPB. se riesci a decifrare gli insegnamenti segreti della Golden Down ci accorgeresti della differenza. per quanto riguarda l’alba dorata grega è un movimento di estrema destra greco e non vi vedo possibili collegamenti con la Golden Down. ti invito a riflettere ed a informarti meglio

  12. Paola Botta Beltramo Paola Botta Beltramo
    2 novembre 2013    

    Non mi offendo ma ribadisco che non conosco questi movimenti. Ho letto e ascoltato qualche commento e basta. Conosco invece abbastanza bene anche gli scritti di B. del Boca che ho sempre condiviso e divulgato

  13. giancarlo celeste giancarlo celeste
    5 novembre 2013    

    non rispondevo a lei sig.ra Paola Botta, ma a quel lettore che faceva paragoni tra la Golden Down e l’alba dorata grega e paragonava la golden down alla società teosofica.. poiche conosco la Golden down e i suoi insegnamenti e quella della Blawasky,non mi sembra che vi siano affinità tra i due movimenti

  14. VVV VVV
    5 novembre 2013    

    Mah…

    prima scrivi “dawn”,poi “down”…àlteri la Hahn…boh…

    ho quindi anch’io un mio pressante invito,da porgerti:
    quello di esser più preciso ed attento,nella battitura…
    a meno,certo,che tu non lo abbia fatto apposta…hàhàhà…!!!

  15. Paola Botta Beltramo Paola Botta Beltramo
    7 novembre 2013    

    La rivista Nexus di ottobre-novembre 2013 pubblica un articolo sulla pandemia spagnola che attribuisce la causa delle morti all’uso eccessivo di aspirina. Altri articoli, pubblicati da numerosi siti, attribuiscono invece la causa di quella influenza alle vaccinazioni. Questi articoli trascurano del tutto di contemplare fra le cause anche i traumi psichici vissuti dalle persone durante il periodo bellico. Se si facesse una comparazione tra l’influenza spagnola del 1918 e la tubercolosi della seconda guerra mondiale si capirebbe che i sintomi erano quasi sempre riconducibili a quelli della tubercolosi -tumore polmonare e che quindi , come affermano ora molti ricercatori, in primis il dr. Hamer, non furono causate dal microbo in Natura (altro sono i microbi creati in laboratorio che è più corretto definirli armi biologiche e batteriologiche) perchè il microbo si trova sul terreno biologico alterato da più fattori -compreso il trauma psichico causato dalla paura della morte propria o di persone care- come prima precisato. Cure sbagliate possono poi peggiorare la soluzione come anche, ad esempio , l’uso dell’aspirina di cui sopra ma si è rilevato da testimonianze che ci sono state persone che sono decedute senza aver assunto aspirina o vaccini . Non se in che modo i due pastorelli di Fatima, ai quali la Madonna ha preannunciato la loro dipartita, siano stati curati e diventa difficile evitare domande circa la causa delle loro sofferenze (si legge che a Giacinta, in quell’ospedale consigliatole dalla Madonna, furono asportate due costole senza anestesia perchè troppo debole) e comprendere la pedagogia di lassù. Ricordo anche che i teosofi fondarono nel 1908 la lega contro le vaccinazioni perchè avevano compreso che non erano i microbi “naturali” la causa delle malattie contrariamene a quanto invece affermarono a fine ottocento molti religiosi che si dichiararono contrari alle vaccinazioni perchè convinti che le pandemie avessero origine divine.

  16. Paola Botta Beltramo Paola Botta Beltramo
    20 febbraio 2014    

    “Nocebo di massa”:
    una volta le chiamavano isterie collettive. La più recente è quella descritta da universitari cinesi che ha riguardato la contea di Heishn interessata nel 2005 dal fenomeno dell’influenza aviaria. Dopo la diffusione della notizia, nel giro di tre giorni, il 100% aveva la febbre. Ma le analisi hanno escluso che fosse aviaria e che quell’epidemia dipendesse da un microorganismo. Un effetto nocebo di massa.”
    (dr. Francesco Bottaccioli – sito simaiss.it)

  17. Paola Botta Beltramo Paola Botta Beltramo
    9 aprile 2014    

    Il giornale L’Espresso del 3 aprile 2014 pubblica un articolo di Lirio Abbate dal titolo “Il business segreto della vendita dei virus che coinvolge aziende e trafficanti”.
    http://espresso.repubblica.it/attualita/2014/04/03/news/salute-quel-business-segreto-della-vendita-dei-virus-1.159618

    Dall’articolo: “….l’Italia sembra essere uno snodo fondamentale del traffico di virus. Al centro c’è un groviglio di interessi dai confini molto confusi tra le aziende che producono medicinali e le istituzioni pubbliche che dovrebbero sperimentarle e certificarle. Con un sospetto, messo nero su bianco dagli investigatori dell’Arma: emerge un business delle epidemie che segue una cinica strategia commerciale… Uno dei capitoli più inquietanti dell’inchiesta condotta dai Nas ricostruisce la diffusione dell’allarme sul pericolo di contagio umano per l’aviaria nella primavera 2005. Gli inquirenti hanno esaminato i documenti ufficiali e le iniziative delle aziende, sostenendo che l’emergenza sia stata un problema più mediatico che reale. Dietro il paventato rischio di epidemia per il virus H5N1 -scrivono i Carabinieri- si potrebbe celare una strategia globale ispirata dalle multinazionali che producono i farmaci….”

    • 10 aprile 2014    

      ” Dietro il paventato rischio di epidemia per il virus H5N1 -scrivono i Carabinieri- si potrebbe celare una strategia globale ispirata dalle multinazionali che producono i farmaci….””

      Abbiamo fatto scuola!!!!!

  18. Paola Botta Beltramo Paola Botta Beltramo
    10 aprile 2014    

    Precisazione: i microbi in NATURA (funghi, batteri, micobatteri, virus) non sono nemici della salute umana ma si trovano nel terreno biologico già alterato da precedenti fattori (cattiva igiene, traumi psico-biologici, alimentazione errata, veleni dell’aria, dell’acqua, radiazioni, farmaci, ecc.) per riportare nel corpo la normotonia come ha rilevato Antoine Béchamp, il medico contemporaneo del più noto Louis Pasteur e , più recentemente, il medico dr. R.G. Hamer come si può rilevare dai numerosi articoli pubblicati da questo sito sulle scoperte di Hamer. Questi prodotti sarebbe forse più corretto definirli armi biologiche o batteriologiche. Basta ascoltare l’intervista del manager e di Severgnini nel video sopra pubblicato ..

No Pings Yet

  1. Pandemia Ebola: Pericolo reale o terrorismo mediatico on 18 giugno 2015 at 20:43

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie

Articoli recenti